Articles

I coloni israeliani sono il volto dell'occupazione, denuncia Palestina

Ramallah, 23 giu (Prensa Latina) I coloni sono il vero volto dell'occupazione israeliana e rappresentano la punta di diamante di questo paese per annettere gradualmente la Cisgiordania occupata, compresa Gerusalemme Orientale, ha denunciato oggi il governo palestinese.

Una dichiarazione del ministero degli Esteri ha condannato la presenza illegale delle centinaia di migliaia di coloni in Cisgiordania ed i loro continui crimini contro i civili palestinesi.

Il ministero degli Esteri ha criticato l'ampliamento e la costruzione di nuovi insediamenti in questo territorio e nella parte orientale della città di Gerusalemme, ritenendoli un freno a qualsiasi accordo di pace.

I movimenti estremisti di questi coloni hanno trasformato i loro attacchi individuali, con il sostegno ufficiale di Israele, in incursioni collettive, ha avvertito.

Al riguardo, il ministero ha affermato che le violazioni ed i reati commessi da queste persone non sono più casuali ma fanno parte di una chiara ripartizione dei ruoli con l'Esercito.

All'inizio di quest'anno, il Centro d'informazione israeliano per i diritti umani nei territori occupati (B'Tselem) ha affermato che la violenza dei coloni contro i palestinesi è un altro metodo utilizzato da Tel Aviv per controllare la terra in Cisgiordania.

Svolgono una serie di atti tra cui aggressioni fisiche, lancio di pietre, minacce e molestie, danneggiamento di alberi e raccolti, atti vandalici su auto, bloccando strade e persino sparando proiettili veri, ha osservato B'Tselem.

Secondo varie fonti, circa 490.000 coloni vivono in Cisgiordania e altri 200.000 a Gerusalemme Orientale.

Ig/rob