Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Presidente del Cile invita a discutere la bozza della nuova Costituzione

Il presidente del Cile, Gabriel Boric, ha chiesto ai suoi connazionali di conoscere a fondo la bozza della nuova Costituzione, che dovrà essere approvata o meno con referendum popolare entro due mesi.

In un discorso alla nazione, il presidente ha insistito sulla necessità di gestire tutte le informazioni sul testo giuridico, studiarlo e dibatterlo in un'ampia consultazione nazionale in vista del voto previsto per il 4 settembre.

"(…) si aprono due mesi di dialogo ampio e, si spera, fruttuoso, sul nostro futuro. Questo definisce il nostro modo di organizzazione e la distribuzione del potere; stabilisce i nostri diritti e doveri, esprime i principi ed i valori che ci definiscono come società e come paese, rendendo conto della nostra identità e diversità di uomini e donne cileni", ha affermato Boric.

Il capo dello Stato ha spiegato che la nuova Magna Carta si articola in 11 capitoli che racchiudono tutto ciò che riguarda l'organizzazione del paese e i poteri, i diritti e doveri dei cittadini, le garanzie fondamentali, i meccanismi di partecipazione ed altri punti che rendono l’iniziativa la più completa ed inclusiva nella storia repubblicana del Cile.

Boric ha insistito sul carattere popolare della bozza preparata dalla Convenzione Costituzionale, che l'ha approvata a maggioranza (due terzi) per il plebiscito di settembre. Il presidente ha insistito sulla necessità di svolgere un dibattito approfondito in tutti i settori della società, un dibattito "libero da falsità e disinformazione" di fronte a un momento trascendentale della storia moderna del paese, poiché la nuova Costituzione renderebbe l'attuale nulla, che è stata redatta sotto le linee guida dell'ex dittatore Augusto Pinochet (1915-2006).

“Possano essere settimane in cui ci ascoltiamo, ci guardiamo negli occhi, leggiamo senza pregiudizi il testo costituzionale proposto, ci facciamo una nostra opinione ed agiamo e votiamo di conseguenza, pensando al bene più grande del nostro paese, di tutti coloro che l’abitiamo e degli uomini e delle donne cileni del futuro", ha sottolineato.

Infine, ha evidenziato il carattere festoso del voto, un esercizio di volontà "libera e sovrana" che rispecchia il nuovo documento fondamentale della nazione.

"Voi, cari connazionali, sarete i protagonisti di questa storica decisione", ha detto il capo dello stato.

La bozza della nuova Costituzione sarà distribuita in formato cartaceo su tutto il territorio nazionale, ed è disponibile anche in formato digitale su diverse piattaforme ad accesso libero.

Alain Valdés Sierra, giornalista di Prensa Latina