Articles

Ministro degli Esteri della Dignità, Raúl Roa, è ricordato a Cuba

L'Avana, 6 lug (Prensa Latina) I leader cubani hanno ricordato oggi il "Cancelliere della dignità", Raúl Roa García, a 40 anni dalla sua scomparsa fisica.

 

Dal suo profilo di Twitter, il presidente Miguel Díaz-Canel ha evidenziato l'impronta e la lealtà di chi si è assunto la responsabilità di rappresentare la diplomazia dell'isola dopo il trionfo rivoluzionario del gennaio 1959.

 

La politica estera della Rivoluzione cubana, opera del genio politico di Fidel Castro, ha avuto il suo interprete più fedele ed originale in Raúl Roa García, il Cancelliere della Dignità. A 40 anni dalla sua scomparsa fisica, è ancora un riferimento, ha scritto il presidente sul social.

 

Secondo l’attuale ministro delle Relazioni Internazionali cubano, Bruno Rodríguez, "Raúl Roa García ha intrapreso, con singolare maestria, una diplomazia rivoluzionaria ed innovativa di cui siamo orgogliosi eredi".

 

La sua vibrante oratoria e le innumerevoli battaglie in difesa della nostra indipendenza e sovranità ci guidano e ci ispirano nelle attuali lotte per la Rivoluzione, ha aggiunto.

 

Nel giugno del 1959, Fidel Castro annunciò la nomina del dottor Roa a Ministro degli Affari Esteri, in un momento in cui il potere rivoluzionario è arrivato al governo, e diede un nuovo orientamento alla politica estera cubana.

 

Il suo lavoro intenso e brillante in prima linea nella diplomazia rivoluzionaria in battaglie cruciali davanti alle organizzazioni internazionali gli è valso il soprannome di Cancelliere della Dignità.

 

L'eccezionale rivoluzionario morì il 6 luglio 1982, all'età di 73 anni.

 

Ig/evm