Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Cuba condanna la manipolazione nel controllo degli armamenti nucleari

L'Avana, 4 ago (Prensa Latina) Il presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha espresso oggi la necessità di eliminare la manipolazione politica, la selettività e il doppio standard in materia di non proliferazione delle armi nucleari.

Sul suo account di Twitter, il presidente cubano ha affermato che il suo paese ha ratificato la sua ferma posizione a favore del divieto e della totale eliminazione di questo tipo di armi, nel dibattito generale della Decima Conferenza di Revisione del Trattato di Non Proliferazione delle Armi Nucleari (TNP), delle Nazioni Unite.

Il Capo dello Stato ha allegato al suo messaggio il testo dell'intervento dell'Incaricato della Missione Permanente di Cuba presso tale organizzazione multilaterale, Yuri Gala, in cui affermava che l'unica soluzione sostenibile alla minaccia è l'eliminazione totale, trasparente, irreversibile e verificabile di questo arsenale.

Gala ha descritto come inaccettabile che alcuni stati utilizzino le risorse che dovrebbero essere utilizzate per affrontare gli effetti multidimensionali del COVID-19 e il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, per continuare a sviluppare nuovi tipi di armi nucleari.
Non è giusto nemmeno che alcuni paesi siano condannati e demonizzati per presunte violazioni del regime di non proliferazione da parte degli stessi stati che continuano a perfezionare i loro arsenali nucleari, a fornire e trasferire tecnologie, ha concluso l'ambasciatore cubano.
Ig/evm