Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Il flusso pedonale inizia al confine colombiano-venezuelano

Bogotà, 12 ago (Prensa Latina) Il presidente della Colombia, Gustavo Petro, ha affermato oggi che c'è già un flusso di cittadini al confine con  Venezuela, verso entrambi i paesi, ed ora è necessario ampliare l'apertura al commercio ed alla produzione.

"C'è già un flusso pedonale, di persone, che non ricorrono più ai sentieri, che si salvano addirittura da una serie di terribili violazioni dei diritti umani nell'attraversamento clandestino verso l'uno o l'altro paese", ha detto alla stampa all'inizio di la sua visita alle Alte Corti, nel Palazzo di Giustizia, a Bogotà.

Ha assicurato che c'è già un flusso normale e ora dobbiamo estenderlo all'argomento commercio, verso il tema della produzione ed in questo senso proseguirà con un'agenda che ha tra i suoi scopi fondamentali quello di far sì che il prezzo dei fertilizzanti in Colombia possa essere sostanzialmente ridotto e quindi "diminuire il prezzo del cibo".

"C'è una società che è essenziale per questo, con sede a Barranquilla, di proprietà di colombiani-venezuelani, che deve svolgere questa missione", ha detto Petro.

Petro ha nominato ieri Armando Benedetti ambasciatore in Venezuela, dopo che il suo omologo Nicolás Maduro ha annunciato che Félix Plasencia sarebbe stato il cancelliere venezuelano in Colombia, in virtù dell'impegno per ristabilire le relazioni diplomatiche tra le due nazioni.

Ig/otf