Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Cuba

Il ruolo delle donne nella scienza è essenziale a Cuba

La presenza delle donne cubane è decisiva per lo sviluppo economico e sociale del paese, dove la loro partecipazione nel campo della scienza è oggi essenziale, secondo le autorità.

Tra le realizzazioni da esibire per celebrare il 62° anniversario della Federazione delle Donne Cubane, ci sono quelle ottenute dalle loro pubblicazioni rilevanti e brevetti di invenzione.

 

A Cuba, il 42% di coloro che fanno ricerca sono donne -tra direttrici ed assistenti-, e sono la stragrande maggioranza per categorie di specializzazione in tecnologia avanzata.

 

Rappresentano anche il 69,6% del settore della sanità pubblica, il 53,5% del sistema di scienza, innovazione e tecnologia ed il 48% dell'universo scientifico dell'arcipelago.

 

Secondo i dati dell'Accademia delle Scienze, delle 10 invenzioni cubane che hanno ricevuto la medaglia d'oro dall'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale, sei di loro sono autrici principali.

 

Per quanto riguarda la composizione di tale istituto, fino allo scorso anno il 34% degli  associati era composto da donne, il che ne fa l'ente accademico con la maggiore rappresentanza femminile al mondo.

 

I dati del Ministero della Scienza, della Tecnologia e dell'Ambiente dimostrano che, su un totale di 89.214 persone dedicate ad attività in questo settore a livello nazionale, il 53% sono donne e dei 7.750 ricercatori classificati, il 68% sono donne.

 

Un altro esempio è la ricercatrice cubana María Guadalupe Guzmán, che ha ricevuto il Premio Internazionale L'Oréal-Unesco per "Donne e scienza", un riconoscimento che accresce il prestigio mondiale del lavoro scientifico dell'isola.

 

Premiata per il suo lavoro pionieristico sulla dengue, la direttrice del Centro di Ricerca, Diagnosi e Riferimento dell'Istituto di Medicina Tropicale Pedro Kouri è stata premiata tra 45 eminenti donne di scienza provenienti da 37 paesi.

 

È stato premiata per la ricerca che consente una migliore comprensione e cura della dengue, una malattia che colpisce ogni anno tra i 50 ed i 100 milioni di persone, principalmente nelle aree intertropicali.

Il prestigioso premio, assegnato per la prima volta ad una scienziata della regione dei Caraibi, è considerato a Cuba come riconoscimento del ruolo guida delle donne nella scienza ed, in generale, della loro emancipazione nella società.

 

Joel Michel Varona, giornalista di Prensa Latina