Articles

L'eredità di Fidel Castro ricordata a Mosca

Il leader della Rivoluzione cubana si è battuto per un mondo multipolare e giusto, ha detto a Mosca il presidente della Fondazione Fidel Castro per lo sviluppo delle relazioni russo-cubane, Leonid Savin.

 

Secondo Savin, l'eredità di Fidel è una ragione sufficiente per studiare il suo lavoro e per inaugurare questo giovedì 24 novembre all'Hotel Presidente di Mosca la Conferenza scientifica pratica internazionale "Le relazioni russo-cubane alla luce della formazione di un mondo multipolare".

Durante lo svolgimento della conferenza, alla quale ha partecipato, tra gli altri, il vicepresidente della Duma di Stato e leader del Partito Russia Giusta, Sergei Mironov, è stata discussa la cooperazione tra Russia e Cuba, nell'ambito della lotta contro l’egemonia statunitense.

Da parte sua, René González Barrios, direttore del Centro Fidel Castro, a L'Avana, ha sottolineato che per il leader cubano è sempre stato chiaro che la lotta dei rivoluzionari e la loro responsabilità erano con la patria, con i popoli e con gli oppressi di qualsiasi parte del mondo.

Allo stesso modo, i partecipanti hanno convenuto che Fidel Castro ha dimostrato che le idee socialiste devono anche essere nutrite dalle radici nazionali, dalla cultura, dalle idiosincrasie e dalla religione di ogni paese, e questa è precisamente una delle eredità più importanti del rivoluzionario cubano.

Alla conferenza, i pensatori russi hanno affermato che per il futuro sviluppo della politica russa era necessario studiare gli insegnamenti dell'Unione Sovietica e di Cuba, in particolare i contributi di Fidel, che ha saputo abbinare idee socialiste con idee di indipendenza e giustizia. 

L'incontro accademico è servito anche a firmare un accordo di collaborazione tra il Centro Fidel Castro de L'Avana e la Fondazione Fidel Castro per lo sviluppo delle relazioni russo-cubane.

Nel frattempo, gli organizzatori hanno consegnato all'ambasciata cubana in Russia, all'Istituto cubano di amicizia con i popoli, all'Istituto superiore di relazioni internazionali e al Centro Fidel Castro, riproduzioni in miniatura del monumento a Fidel, recentemente inaugurato a Mosca.

 

Odette Diaz, corrispondente di Prensa Latina in Russia