Agenzia di stampa latinoamericana Prensa Latina - Inicio

Circa 70 aziende di 15 paesi partecipano a Cuba in un incontro sull’industria petrolifera

L'Avana, 8 feb (Prensa Latina) L’incontro Cuba Oil & Gas 2017 si è inaugurata oggi con la partecipazione di dirigenti di 70 aziende di petrolio e gas di 15 paesi, tra queste Russia, Cina, Italia, Francia e Regno Unito. 

 
Nella riunione si presentano numerose opportunità di investimento straniero nell'industria cubana degli idrocarburi, progetti di esplorazione e produzione, ed il mercato petrolchimico e del raffinato, affermò la direttrice di Sviluppo dei Commerci dell’azienda International Research Networks (IRN), Paola Galanti, organizzatrice dell’incontro insieme all'Unione Cuba-Petrolio (Cupet). 
 
Per due giorni questo ente, rappresentanti del governo, operatori e fornitori di servizi chiave, offriranno presentazioni utili sul perché è il momento di investire a Cuba e nella regione in questo settore, aggregò. 
 
Il viceministro di Energia e Miniere, Ruben Cid, presentando un riassunto delle principali strategie dell'industria energetica nazionale, ha affermato che questo concede importanza a tutte le fonti ed il loro uso razionale, per potere raggiungere l'indipendenza energetica. 
 
Precisò che il grosso della matrice energetica del paese dipende dal greggio nazionale ed importato e di gasolio. Attualmente l'isola produce all’anno circa quattro milioni di tonnellate di petrolio equivalente al quantitativo che si usa per generale elettricità. 
 
Il direttore generale aggiunto del Cupet, Roberto Suarez, informò che l'ente ha firmato più di 42 contratti con aziende di diversa natura. 
 
Ig/rs