giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Reclamano a Peña Nieto di denunciare all’ONU gli Stati Uniti per razzismo

Messico, 25 gen (Prensa Latina) Il dirigente nazionale del Movimento di Rigenerazione Nazionale (Morena) Manuel Lopez Obrador ha esatto al presidente Enrique Peña Nieto che denunci gli Stati Uniti presso l'ONU per violazione dei diritti umani, sottolineò oggi la stampa. 

 
Davanti all’offesa che significò la decisione del presidente Donald Trump sulla costruzione di un muro durante la frontiera e di perseguire emigranti messicani gli suggerisco, in maniera rispettosa, di presentare una denuncia contro il governo degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite per violazione dei diritti umani e discriminazione razziale. 
 
Si pronunciò così il dirigente politico messicano, ex candidato presidenziale ed uno dei principali aspiranti potenziali alle elezioni presidenziali del suo paese nel 2018. 
 
Lopez Obrador considerò necessario che l’incontro concordato tra Peña Nieto e Trump, il 31 gennaio nella Casa Bianca sia l’occasione affinché il mandatario messicano consegni di propria mano copia di questa denuncia. 
 
“Vada a Washington a lottare per la libertà, non ad implorarla. Rappresenti con dignità il nostro popolo e tutti gli esseri umani che sognano un mondo giusto, libero di miserie, senza odi, né paure”, aggiunge il messaggio pubblicato nelle reti sociali. 
 
“Difenda i lavoratori migranti messicani ed inalberi l’ideale della fraternità mondiale. Elevi il decoro e l’immagine del Messico”, termina il leader di Morena nel suo messaggio al governante messicano. 
 
Il pronunciamento di Lopez Obrador dissente, non nell’essenza, con quello di altri attori politici messicani che reclamano la cancellazione della riunione tra i presidenti Peña Nieto e Trump. 
 
Ig/ool

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE