giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Mnoal condanna violazioni dei diritti umani di Israele

Caracas, 27 gen (Prensa Latina) L'Ufficio di Coordinazione del Movimento dei Paesi Non Allineati (Mnoal) condannò oggi qui la violazione dei diritti umani e delle risoluzioni delle Nazioni Unite (ONU) commesse da Israele nei territori palestinesi. 

 
L’organizzazione che attualmente presiede Venezuela, espresse la sua preoccupazione per le politiche illegali israeliane per occupare in maniera illegittima Palestina, includendo la regione di Gerusalemme Orientale. 
 
Mediante un comunicato ufficiale il Movimento ripudiò che la potenza occupante continui usurpando le terre, nonostante la disapprovazione delle Nazioni Unite, e la sentenza del Consiglio di Sicurezza di dicembre del 2016. 
 
Secondo il Mnoal, questa dichiarazione riaffermò chiaramente che le attività di insediamento dell’Israele non hanno validità giuridica e costituiscono flagranti violazioni al diritto internazionale. 
 
Il blocco internazionale invitò Israele a cessare in maniera immediata e completa tutte le attività di insediamento nei territori palestinesi occupati, compresa Gerusalemme Orientale, ed a rispettare pienamente tutti i suoi obblighi legali. 
 
Il Movimento ratificò l’appello dell’ONU per mettere fine a tutti gli atti di violenza contro civili, includendo gli atti di terrore, come gli atti di provocazione, incitamento e distruzione. 
 
Inoltre, considerò che Israele deve rendere conto per il suo deliberato disprezzo al Consiglio di Sicurezza e la sua sistematica violazione del diritto internazionale ed i diritti umani, in terre palestinesi. 
 
L’Ufficio di Coordinazione del Mnoal ha fatto un appello per intensificare gli sforzi internazionali per concretare la fine dell’occupazione che iniziò nel 1967, come una soluzione giusta, duratura, integrale e pacifica, al conflitto tra entrambe le nazioni. 
 
Ig/bhq

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE