mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Frei Betto sollecita da Cuba a promuovere l’educazione liberatrice

L'Avana, 31 gen (Prensa Latina) Il teologo brasiliano Frei Betto sollecitò oggi qui i pedagoghi di varie latitudini a spingere l'educazione liberatrice che permetta di superare il sistema di sfruttamento ed esclusione che riproduce il capitalismo. 

 
Durante la celebrazione del pannello speciale “Fidel Castro educatore della speranza” come parte del Congresso Pedagogia 2017 – Betto allertò sulla necessità di pensare l’educazione come una formazione critica, di protagonismo per trasformare il mondo e la società. 
 
Sottolineò, inoltre, che per il capitalismo l’educazione è un compito utilitarista, perché il suo scopo è formare una manodopera qualificata per la preservazione del sistema. 
 
L’educazione è una maniera di approfondire le relazioni disuguali tra le cappe sociali, delimitò. 
 
D’altra parte, stabilì la distinzione tra persone colte e persone scolastiche, e fece enfasi nella necessità di incorporare alla faccenda delle istituzioni educative l’attenzione all’educazione nutrizionale, sessuale e spirituale che necessariamente non è relazionato con la religione. 
 
Spiritualità è la capacità che abbiamo di stabilire relazioni di amore tra noi, puntualizzò. 
 
Betto, che sostenne vari incontri con Fidel Castro, sottolineò la formazione spirituale ed etica del leader storico della Rivoluzione cubana, scomparso in novembre del 2016. 
 
Al rispetto, segnalò che per capire l’ideologia di Fidel è necessario comprendere due fonti fondamentali della sua formazione: Josè Martì ed i gesuiti, che influirono nella volontà e nella morale del Comandante in capo di Cuba. 
 
Ig/vdf 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE