mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Un mondo insospettato scoprono i visitatori nelle fabbriche dei sigari

L'Avana, 2 mar (Prensa Latina) I partecipanti al 19º Festival del Habanos visitano oggi le fabbriche di questi sigari artigianali, per comprendere meglio la perizia delle avvolgitrici ed il controllo della qualità. 

 
Uno degli elementi che più colpisce chi adora fumare sigari è la maniera in cui arrotolano il prodotto e che parametri facilitano la loro estrema qualità, riconosciuta nel mondo intero. 
 
Pertanto, alcune aziende hanno un incantesimo particolare per quelli che visitano le fabbriche di tabacco, in questa opportunità H.Upmann e La Corona, in questa capitale. 
 
Un altro degli elementi che scoprono è la modalità che facilita la distribuzione mondiale dei sigari e le distinte classificazioni che partono dai magazzini, dove si producono. 
 
Qualcosa che molti fumatori ignorano è la rete attorno al commercio di questi sigari, che include una bene sostenuta forma di distribuirli. 
 
Come midollo di questo commercio, appaiono più di 34 marche e circa 400 denominazioni attorno agli habanos che per la loro efficiente commercializzazione hanno le loro suddivisioni, qualcosa che ogni fumatore deve conoscere per ottenere un acquisto ideale. 
 
Per molti esperti, esistono quattro divisioni, le marche che troverai in tutto il mondo, quelle delle specialità, quelle che comprerai in molti paesi e quelle distribuite solo in alcune nazioni. 
 
Nel primo caso si potrebbe menzionare “Cohiba”, “Hoyo de Monterrey”, “Montecristo”, “Partagás”, “Quintero”, “Romeo y Julieta” E nella seconda categoria possiamo trovare “Cuaba”, “San Cristobal de La Habana” e “Trinidad”. 
 
Per molti paesi, gli esperti consigliano “Bolivar”, “Fonseca”, “Guantanamera”, “H.Upmann”, “José L. Piedra”, “Punch”, e “Vegas Robaina”. 
 
Mentre, in alcuni nazioni si potrà comprare solo “Belinda”, “Cabañas”, “Diplomáticos”, “El Rey del Mundo”, “Gispert”, “Juan López”, “La Flor de Cano”, “La Gloria Cubana”, “Los Statos de Luxe”, e “Por Larrañaga”.
 
 
Ig/rfc 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE