sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Bolivia considera una vendetta la detenzione di connazionali in Cile

La Paz, 22 mar (Prensa Latina) Il ministro della Difesa della Bolivia, Reymi Ferreira, assicurò oggi che la detenzione preventiva di nove compatrioti in Cile è una vendetta di questo paese per la richiesta marittima presentata presso L'Aia. 

 
“Voglio manifestare la nostra indignazione davanti ad un fatto di prepotenza e di abuso”, disse Ferreira, riferendosi alla decisione del tribunale della località di Pozo Almonte di fermare per 120 giorni due militari e sette doganieri catturati il 19 marzo alla frontiera. 
 
Secondo le autorità boliviane, queste persone sono state arrestate in territorio nazionale mentre partecipavano al combattimento del contrabbando. 
 
Cile, invece, affermò che i boliviani erano in zone sotto la loro giurisdizione e li accusò di furto con intimidazione e violenza, trasporto e detenzione di armi proibite e contrabbando. 
 
“Siamo sicuri che questa in realtà è una rappresaglia e vendetta per le azioni giuridiche iniziate dal nostro paese a L’Aia”, denunciò Ferreira. 
 
Ig/car

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE