sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Antimperialista fino alla morte, afferma presidente boliviano

Bruxelles, 8 giu (Prensa Latina) Il presidente boliviano Evo Morales riaffermò oggi qui la sua posizione antimperialista e ricordò le nefaste conseguenze degli interventi e dell’ingerenza statunitense in Bolivia. 

 
Morales rispose ad una domanda dei giornalisti in una conferenza stampa ricalcando che sarà “antimperialista fino alla morte” e dopo si riferì al saccheggio delle risorse naturali della nazione andino-amazzonica da parte di aziende private statunitensi con presenza nel paese. 
 
Inoltre, criticò la posizione dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) davanti a vari fatti in America Latina come i tentativi di destabilizzazione della rivoluzione bolivariana in Venezuela. 
 
In questo senso, il dignitario disse recentemente nel suo account in Twitter @evoespueblo: che il segretario generale dell’OSA, Luis Almagro, applica la politica del Piano Condor per eliminare i governi antimperialisti. 
 
Detto piano fu una coordinazione delle dittature del Cono Meridionale dell’America, con la partecipazione della CIA, per eliminare i movimenti di sinistra nelle decadi degli anni 70 ed 80. 
 
Morales qualificò l’OSA come una colonia degli Stati Uniti che non condivide i principi e le decisioni dei popoli latinoamericani. 
 
Il mandatario risaltò la necessità che i paesi del continente mantengano l’unità mediante organismi come la Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (Celac) e l’Unione delle Nazioni Sud-americane (Unasur). 
 
Durante l’incontro coi reporter in Belgio, Evo Morales abbordò altri temi come gli sviluppi della Bolivia negli ambiti sociale ed economico, e la decisione del presidente Donald Trump di ritirare gli Stati Uniti dall’Accordo di Parigi. 
 
Ig/cdg

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE