lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Donne dimenticate nella storia del Messico, afferma Elena Poniatowska

Messico, 12 giu (Prensa Latina) Le donne messicane sono quelle dimenticate nella storia del paese, affermò oggi la giornalista e scrittrice Elena Poniatowska. 

 
L’emblematica intellettuale ringraziò l’avvocato e scrittore Angel Gilberto Adame che abbia riscattato la vita di 12 donne comprese nel libro “De armas tomar. Feministas y luchadoras sociales de la Revolucion Mexicana” presentato nel Palazzo delle Belle Arti di questa capitale. 
 
In un messaggio in video, Poniatowska espresse che le donne sono le grandi dimenticate in Messico: “Le soldatesse venivano chiamate  “biscotti del capitano”, “materasso di budella dei soldati”. Non si parlava di loro in modo lodevole. Tuttavia, senza soldatesse non ci sarebbe stata la Rivoluzione messicana perché tutti i soldati avrebbero disertato”. 
 
“Sono femminista da moltissimi anni. Tutte le donne dovrebbero andare a scuola, devono dividersi i compiti nella casa, ci sono padri che si occupano dei loro figli in una forma meravigliosa”. 
 
Benché non si possa dire che le 12 avevano come decisione o caratteristica di lottare nella rivoluzione, “sì hanno lottato moltissimo per essere loro stesse”, ha commentato la scrittrice. 
 
Loro sono: Palma Guillen,Clementina Batalla, Maria Arias Bernal, Hermila Galindo, Tina Modotti, Adelaida Argüelles, Matilde Montoya, Juana B. Gutierrez, Maria del Pilar Moreno, Mimì Derba, Eulalia Guzman e Concepcion Mendizabal. 
 
Ig/ool

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE