mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Scultore cubano orgoglioso della sua statua di Martì in Cile

Santiago del Cile, 5 lug (Prensa Latina) Per i suoi dettagli assomiglia ad una pittura però si tratta di una scultura in bronzo dell'Eroe Nazionale di Cuba Josè Martì, che occupa un posto privilegiato nella capitale del Cile da questa settimana.  

 
Non è un incidente nella fertile traiettoria dell’artista plastico cubano Josè Ramon Villa Soberon, che appena abbozza un sorriso di soddisfazione percependo l’accoglienza dei cileni al suo lavoro nel quartiere Yungay del centro della capitale. 
 
“E’ stata una gran opportunità, mi entusiasmò molto. Quello che più desidero è che piaccia e sia apprezzata nel suo valore reale, che è dare continuità al pensiero martiano”, commentò in un’intervista con Prensa Latina. 
 
Il premiato scultore che conta tra le sue opere a L’Avana i monumenti o statue di Ernesto Che Guevara, John Lennon, Madre Teresa di Calcutta, Ernest Hemingway e Benny Morè, non è la prima volta che lavora su Martì. 
 
“Quasi tutti gli artisti plastici cubani in qualche momento abbiamo sentito la responsabilità di fare un Marti. Lo feci anteriormente a Madrid, in Spagna; un altro in Cipro e ho un Martì giovane in un luogo emblematico”, disse. 
 
“È nella Fragua Martiana che riflette un Martì adolescente quando faceva i lavori forzati in prigione”, ha concluso. 
 
Personalità politiche, ambasciatori, parlamentari e gruppi di solidarietà si diedero appuntamento nei Parco Portales, riempito anche da studenti di una scuola che porta il nome dell’illustre scrittore e pensatore cubano. 
 
Ig/ft

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE