sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La guerriglia del Che è un’ispirazione, afferma ambasciatore cubano

La Paz, 1º set (Prensa Latina) Il Che, Tania e la guerriglia in Bolivia sono oggi fonte di ispirazione per America latina che lotta contro l'avanzamento della destra e l'assalto dell'impero nordamericano, affermò l'ambasciatore cubano in questa nazione, Benigno Perez. 

 
In un forum sviluppato questo giovedì a La Paz su Tamara Bunke Bider, unica donna nella truppa di Ernesto Che Guevara nella nazione andino-amazzonica, il diplomatico affermò a Prensa Latina che l’esempio dei combattenti di detta contesa deve rimanere vigente nei processi rivoluzionari della regione. 
 
Inoltre, risaltò la presenza ed il lavoro di Tania nella guerriglia e la qualificò “la dimostrazione del valore della donna come embrione di una Rivoluzione”. 
 
Tania era argentina, di padre tedesco e madre polacca, ma aveva molto di cubana ed è un modello dell’emancipazione della donna dopo il trionfo a Cuba nel 1959, osservò l’ambasciatore. 
 
La combattente approdò al paese sud-americano nel 1964 col nome di Laura Gutierrez Bauer, ed il suo obiettivo fu creare le condizioni per la formazione della guerriglia che avrebbe comandato il Che. In marzo del 1967 si incorpora al gruppo della retroguardia di detta squadra, comandato da Juan Vitalio Conia (Joaquin). 
 
Il 31 agosto di quell’anno la colonna cade in un’imboscata quando attraversava il Rio Grande e Tania è ferita ad un polmone, cadde all’acqua ed il corpo fu incontrato una settimana dopo. 
 
Col titolo “Donna e Rivoluzione”, nel forum, che ebbe luogo nelle installazioni della Banca Centrale della Bolivia, hanno partecipato  la legislatrice Sonia Brito; la dirigente della Confederazione Bartolina Sisa, Basilia Rojas; l’analista Guadalupe Perez; la rappresentante del Comitato 90 anni di Fidel, Marianela Prada, ed il presidente della Corporazione Mineraria della Bolivia, Josè Pimentel. 
 
 
Ig/cdg 
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE