sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Evo Morales denuncia persecuzione e sequestro del popolo mapuche

La Paz, 27 set (Prensa Latina) Il presidente boliviano, Evo Morales, denunciò oggi la persecuzione ed il sequestro dei popoli indigeni, in questione i mapuche, e paragonò queste azioni con l'epoca della colonia e delle dittature. 

 
“Come nell’epoca della colonia e delle dittature, è deplorevole la persecuzione ed il sequestro dei popoli indigeni #FuerzaMapuche”, scrisse il mandatario nel suo account di Twitter. 
 
In Argentina e Cile, l’etnia mapuche mantiene la lotta per difendere le sue terre ed il riconoscimento dei suoi diritti ancestrali davanti ai governi di entrambe le nazioni. 
 
Inoltre, nei due paesi i mapuche sono considerati cittadini di seconda classe, subordinati alla discriminazione culturale, economica e sociale. 
 
D’accordo con mezzi di stampa, in Argentina il conflitto nasce per il non riconoscimento da parte dello stato argentino del possesso ancestrale delle terre e del principio internazionale dell’autodeterminazione dei popoli.

In territorio mapuche argentino, usurpato dall’imprenditore italiano Benetton, è scomparso l’attivista Santiago Maldonado, e da due mesi non si hanno più avute sue notizie. 
 
 
Ig/am

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE