giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Dettano ordine di prigione preventiva contro vicepresidente dell’Ecuador

Quito, 2 ott (Prensa Latina) Il giudice Miguel Jurado ordinò oggi prigione preventiva per Jorge Glas, vicepresidente dell'Ecuador, per presunta associazione illecita, come parte del caso sotto investigazione per atti di corruzione commessi dall’azienda brasiliana Odebrecht, in questo paese sud-americano. 

 
Con la sua decisione, Jurado accolse la richiesta realizzata oggi dal procuratore generale, Carlos Baca, in un’udienza di revisione di misura cautelativa, nel quale sollecitò anche di proibire l’alienazione dei beni e congelare i suoi conti bancari. 
 
Dopo la sentenza giudiziale, Baca assicurò che la Procura agì in maniera responsabile e senza pressioni mediatiche o politiche e secondo le leggi. 
 
“Quello che ha stabilito il giudice si basa su elementi di convinzione ed evidenze reclamate nell’investigazione”, aggiunse il pubblico ministero. 
 
Secondo l’avvocato difensore di Glas, Eduardo Franco Loor, non si può sollecitare prigione preventiva “per sospetto di una potenziale partecipazione”, come si è argomentato nell’udienza, oltre al fatto che il secondo mandatario non ha infranto la misura di proibizione di uscita dal paese. 
 
L’avvocato di Glass segnalò nel suo account nella rete sociale Twitter: “Il Procuratore Generale viola il principio di innocenza sollecitando la prigione preventiva. Questa è una condanna anticipata!”. 
 
Da parte sua, Glas ha detto attraverso la rete sociale: “Rispetto Sotto Protesta questo infame oltraggio contro di me, ho ancora fede in che la giustizia si imponga, davanti a lei proverò la mia innocenza. Senza prove e con indizi forgiati, solo rimane loro il linciaggio. Accorrerò ad istanze nazionali ed internazionali per difendermi”. 
 
Ig/scm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE