venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Inaugurano a Granada un obelisco in onore dei martiri internazionalisti cubani

Saint George, 27 ott (Prensa Latina) Un obelisco che ricorda la caduta in combattimento di 24 lavoratori internazionalisti cubani durante l'invasione degli Stati Uniti a Granada, in ottobre del 1983, è stato inaugurato nell’aeroporto Maurice Bishop della capitale. 

 
Il fatto coincise col nuovo anniversario della difesa realizzata dai civili cubani al loro accampamento di lavoro, bombardato da aeroplani, elicotteri e navi da guerra, ed assaltato da circa sette mila marines e paracadutisti statunitensi che erano protagonisti dell’operazione codificata sotto il nome di “Furia Urgente”. 
 
Con l’illegale irruzione nordamericana a Granada è stato abbattuto il Governo del primo ministro Maurice Bishop e si pretese fermare l’auge del movimento rivoluzionario nella regione. 
 
Il monumento fu costruito in due anni come risultato dell’apporto di cittadini di Granada laureati in centri educativi cubani e collaboratori in questa isola. 
 
L’atto di inaugurazione dell’obelisco è stato presieduto da Nickolas Steele, ministro di Salute e Previdenza Sociale, in rappresentazione dell’amministrazione di Granada e dall’ambasciatrice cubana Maria Balaguer. 
 
Intervenendo, Steele denunciò il crudele bloqueo economico, commerciale e finanziario imposto da Washington contro Cuba durante più di 55 anni. 
 
Da parte sua, Terence Marryshow, a nome dell’Associazione di Amicizia Granada-Cuba, risaltò le storiche relazioni di amicizia tra i due paesi e si riferì all’eroismo degli internazionalisti cubani caduti durante l’invasione. 
 
Gli storiografi considerano tale azione come uno dei fatti più ingloriosi ed infami che un paese poderoso può realizzare con relazione ad un piccolo paese. 
 
Ig/bjm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE