mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’Avana ed i suoi 498 anni, con il Cristo vigilando

L'Avana, 14 nov (Prensa Latina) La capitale cubana, che oggi si prepara a celebrare i suoi 498 anni, una festa che si svolgerà tra due giorni, conserva monumenti e sculture emblematiche, come El Cristo de L’Avana.

Questa figura in marmo accoglie il navigante e rimane vigilando di fronte al mare, un luogo con una vista perfetta della città.

Il Cristo de L’Avana con la sua posizione privilegiata fu inaugurato il 25 dicembre 1958 ed è una scultura di riferimento della capitale cubana.

All’ingresso del porto, sulla sinistra, ci sono alcuni punti di interesse, come la fortezza coloniale di San Carlos de la Cabaña, il villaggio di Casablanca e la colossale statua del Cristo.

I naviganti dalle loro navi, la prima cosa che vedono avvicinandosi a L’Avana è il faro della fortezza de El Morro, ed una volta che sono entrati nella baia sono colpiti dalla sagoma bianca che li accoglie.

Il monumento fa parte di un complesso architettonico che caratterizza l’ingresso di quello che un tempo era il porto di Carenas, scoperto dall’esploratore spagnolo Sebastian de Ocampo tra il 1508 ed il 1509.

È fatto con il marmo italiano di Carrara e contrasta con le pietre grigie di un ambiente antico, come le fortezze dei Tres Reyes del Morro, San Salvador de la Punta, la Real Fuerza e San Carlos de la Cabañas.

Queste pietre antiche sono baluardi che hanno difeso L’Avana dai corsari e dai pirati.

Il Cristo è stato inaugurato, sette giorni prima del trionfo della Rivoluzione cubana (1959), è stato costruito in Italia, è un’opera della scultrice cubana Jilma Madera, ora deceduta.

È una figura di Gesù in piedi con una mano sul petto e l’altra in alto, in atteggiamento di benedizione, e in questo modo osserva la città.

Con un’altezza di 20 metri sulla base di tre metri, la statua pesa 320 tonnellate ed è composta da 67 pezzi. Se consideriamo la spianata sulla collina in cui si trova, la sua altezza è di 51 metri sul livello del mare.

Il villaggio di Casablanca, dove si trova la statua, era un tempo un villaggio di pescatori, ed aiuta con la sua tranquillità a completare l’immagine di quella gigantesca statua, di interesse per i religiosi in transito e per i turisti provenienti da tutto il mondo.

Questo Cristo è stato scolpito a Roma ed è stato benedetto dal Papa. Durante il montaggio, Madera è stata aiutata da una squadra di 20 maestri marmisti ed ogni frammento è stato legato con tenditori d’acciaio alla struttura centrale.

Madera ha vinto il concorso per la costruzione della statua nel 1956.

Il sito è certamente sacro, ma la sua massima importanza è nella vista meravigliosa e speciale, che offre la panoramica di una città antica, ma al tempo stesso moderna.

Ig/omr/rfc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE