lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Respingono in Bolivia le intenzioni dell’opposizione di annullare il voto giudiziario

La Paz, 27 nov (Prensa Latina) Il ministro boliviano della Presidenza, Rene Martinez, ha respinto con decisione oggi qui le intenzioni dei partiti dell'opposizione di dichiarare nullo il voto nelle elezioni giudiziarie che si terranno il 3 dicembre.

Durante una conferenza stampa, Martinez ha affermato che nella forma di elezione attuale si lascia indietro la modalità del voto nullo, il cui scopo è boicottare un processo di partecipazione sovrana.

“Il voto nullo non ha nessun effetto giuridico e il prossimo giorno 3 assisteremo ad una partecipazione dell’esercizio sovrano in cui le persone sceglieranno i migliori boliviani che assumeranno la responsabilità di trasformare la giustizia”, ha affermato Martinez.

Allo stesso modo, ha assicurato che “la nullità non avrà risultati” ed ha invitato i cittadini ad informarsi ed a conoscere i candidati.

Martinez ha ricordato che nel passato la giustizia era controllata attraverso la corruzione nella politica e nelle posizioni giudiziarie.

Inoltre, ha sottolineato i titoli dei giornali dei giorni precedenti che riflettevano l’interferenza degli Stati Uniti nella nomina delle autorità.

Il ministro ha messo in chiaro che “non stanno scegliendo le autorità politiche ma le autorità gerarchiche del corpo giudiziario”.

Di recente, il ministro della Giustizia, Hector Arce, ha assicurato che la selezione dei candidati era il risultato di un processo trasparente, che è stato portato avanti nell’Assemblea Costituente, con il sostegno delle università.

Secondo Arce, la campagna per il voto nullo è un’azione sbagliata di un’opposizione che non trova il modo di offrire un’alternativa al paese.

Nelle elezioni giudiziarie del mese prossimo ci saranno osservatori di diverse organizzazioni internazionali, tra cui l’Unione delle Nazioni Sudamericane, l’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) e l’Associazione Mondiale delle Organizzazioni Elettorali.

Si uniranno anche i membri del Parlamento Latinoamericano e del Mercato Comune del Sud.

Ig/omr/cdg
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE