lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’organizzazione contadina CIOAC denuncia la repressione in Chiapas, Messico

Messico, 7 dic (Prensa Latina) La Centrale Indipendente dei Lavoratori Agricoli e Contadini (CIOAC secondo la sigla in spagnolo) hanno denunciato oggi lo stalking e la repressione delle autorità del Chiapas, tra cui viene inclusa l'uccisione di sei dei loro membri in questo stato del sud.

In una conferenza stampa il capo dell’organizzazione, Federico Ovalle, ha detto che queste morti rimangono senza giustizia ed anche alcuni degli assassini sono stati rilasciati con la complicità del procuratore generale dello Stato ed il governatore Manuel Velasco, del Partito Verde Ecologista Messicano (PVEM secondo la sigla in spagnolo).

Ovalle ha anticipato che nei prossimi giorni fornirà prove ed alcuni documenti per chiedere l’intervento della Procura Generale della Repubblica e della Segreteria Governativa.

Ha ricordato che tra gli attacchi subiti dall’organizzazione contadina ci sono atti vandalici e l’incendio dei loro uffici a Tuxtla Gutierrez, la capitale del Chiapas.

Ovalle ha detto a Prensa Latina che ci sarà una manifestazione nella località del sud dal 22 fino al 29 dicembre per chiedere giustizia e la fine del clima di violenza che esiste nel territorio.

Tali flagelli potrebbero aggravarsi nel calore della campagna elettorale incombente, perché nel 2018 ci saranno le elezioni in Chiapas per rinnovare il governatore ed i funzionari comunali, ha avvertito.

Non riusciranno ad annichilirci sebbene esista un governo fallito associato al crimine organizzato, ha concluso.

Ig/omr/ool

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE