giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba difende il ruolo del finanziamento pubblico difronte al cambiamento climatico

Parigi, 12 dic (Prensa Latina) La ministra di Scienza, Tecnologia ed Ecosistema di Cuba, Elba Rosa Perez, ha difeso l'importanza del finanziamento pubblico nella lotta contro il cambiamento climatico, partecipando al vertice internazionale One Planet in Francia.

In dichiarazioni a Prensa Latina, la ministra ha spiegato che la nazione caraibica ritiene chiave aumentare il finanziamento per affrontare i problemi ambientali del pianeta, e le fonti pubbliche sono fondamentali a tale riguardo.

“Ci rendiamo conto dell’esperienza di Cuba, assicuriamo che non è irragionevole oppure esagerato riconoscere che il finanziamento richiesto dai paesi in via di sviluppo dovrebbe essere considerato in miliardi di dollari all’anno”, ha sostenuto.
Ha suggerito non sovradimensionare il ruolo dei flussi privati, in quanto sono instabili e volatili, ha stimato, quindi la priorità del finanziamento pubblico dovrebbe continuare, attraverso entrambi i meccanismi globali ed i bilaterali, con la cooperazione nord-sud, la sud-sud e la triangolare.

“Tutti dobbiamo contribuire in questo impegno. Cuba ha deciso espandere la sua cooperazione coi paesi membri della CARICOM(Comunità dei Caraibi) nella lotta contro il cambiamento climatico, ” ha affermato.
Ha avvertito che i fondi stanziati per questa causa sono ancora estremamente limitati ed ha ritenuto che, invece di continuare a destinare miliardi di dollari alla corsa agli armamenti nel mondo, dovrebbero contribuire alla soluzione globale dei problemi ambientali.

Secondo Elba Rosa Perez, se solo l’1% dei costi per armamenti del 2016 fossero stati assegnati al Fondo verde per il clima, sarebbero disponibili più di 12 miliardi di dollari, il che significherebbe raddoppiare l’attuale quantità impegnata.

La ministra presiede la delegazione cubana presente all’evento ed ha sottolineato che il paese è stato uno dei circa 100 Stati invitati ad One Planet, proprio a causa del contributo di L’Avana nei negoziati per il raggiungimento dell’Accordo di Parigi.

omr/lmg

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE