sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Confermano morte di terrorista ricercato in Venezuela

Caracas, 16 gen (Prensa Latina) Il ministro delle Relazioni Interne, Giustizia e Pace, Nestor Reverol, ha confermato oggi la morte del terrorista Oscar Perez e di 6 membri del suo raggruppamento durante un operativo di forze di sicurezza per smantellare il gruppo responsabile di attacchi armati in Venezuela. 

 
In una conferenza stampa, Reverol ha identificato i morti tra i membri della banda criminale ed ha dettagliato che sono state fermate altre 6 persone vincolate coi terroristi. 
 
Si dispiace, inoltre, del decesso di due militari della Polizia Nazionale Bolivariana, come per i feriti, alcuni gravi, mentre si negoziavano le condizioni della resa, momento di cui hanno approfittato i terroristi per attaccare gli agenti con armi. 
 
Il ministro delle Relazioni Interne ha confermato che il gruppo terroristico pretendeva detonare autobombe in luoghi pubblici, tra le altre azioni violente per seminare la paura e la morte nel popolo venezuelano. 
 
Ha ricordato che erano fortemente equipaggiati con armamenti di alto calibro, hanno aperto il fuoco contro i funzionari incaricati della loro cattura ed hanno cercato di fare detonare un veicolo carico di esplosivi. 
 
Ha confermato che non si accetterà nessuna azione che metta a rischio la sicurezza del paese e che distrugga la pace in Venezuela ed ha confermato che le forze di sicurezza del paese risponderanno con tutte le loro forze contro quelli che cerchino di ripetere fatti delittuosi come quelli che hanno avuto come protagonista Oscar Perez e la sua banda criminale. 
 
Il titolare di Relazioni Interne ha ricordato che il 27 giugno 2017, questo gruppo terroristico ha rubato un elicottero ufficiale ed ha attaccato con artefatti esplosivi e spari le sedi del suo organismo e del Tribunale Supremo di Giustizia. 
 
Inoltre, ha assaltato il distaccamento della Guardia Nazionale situato in San Pedro de los Altos, popolazione dello stato Miranda, in dicembre del 2017, da dove sottrassero armi da guerra per essere utilizzate in atti contro la pace del popolo del Venezuela. 
 
Ig/lrd 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE