mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Viaggiare a Cuba è legale e sicuro, afferma un imprenditore statunitense

L’Avana, 29 gen (Prensa Latina) Il presidente dell’organizzazione statunitense promotrice dei viaggi Insight Cuba, Tom Popper, ha ribadito oggi che viaggiare all’isola è legale e sicuro, una realtà sulla quale non sono informati con chiarezza molti statunitensi.

Cuba continua ad essere una destinazione legale e sicura, ha insistito durante una conferenza stampa nell’albergo “Melia Cohiba”, in cui ha anche partecipato il presidente di “Viajes Cuba” appartenente del Ministero del Turismo cubano, Josè Manuel Bisbè.

Popper ha ricordato che il paese caraibico è stato riconosciuto a livello mondiale per la sua sicurezza, situazione che il governo statunitense è impegnato ad ignorare con le sue avvertenze ai cittadini sui presunti rischi in territorio cubano.

Al riguardo, Bisbè ha qualificato come infondati i criteri emessi dalla nazione settentrionale, dove le autorità ed i mass media usano il termine “attacchi” per riferirsi alle situazioni di salute presentate dai diplomatici statunitensi a L’Avana, malgrado l’assenza delle prove.

Cuba sottolinea che non esiste nessuna evidenza che sostenga la tesi dei cosiddetti “attacchi sonici”, presentata dall’attuale amministrazione come la scusa puntuale per il suo obiettivo dichiarato di rallentare l’accerchiamento bilaterale che ha avuto inizio nel dicembre del 2014, durante la gestione presidenziale di Barack Obama.

Le autorità statunitensi incaricate delle indagini ed i membri del Congresso ammettono che non hanno trovato prove di tali eventi, scenario che conferma gli avvertimenti che l’amministrazione di Donald Trump tratta la questione con lo scopo di realizzare la sua crociata contro la Rivoluzione cubana.

Dal cambiamento della politica di Obama, che ha portato nel 2015 alla riapertura delle ambasciate ed ai diversi accordi di cooperazione, decine di migliaia di statunitensi hanno viaggiato per l’isola, nonostante il bloqueo imposto da Washington impedisca agli statunitensi di fare turismo in una destinazione sempre più attraente.

Più di quattro milioni di persone hanno visitato Cuba l’anno scorso, un paese che è stato riconosciuto appena pochi giorni fa in occasione della Fiera Internazionale del Turismo di Madrid, con il “Premio Eccellenza” per essere il luogo più sicuro del mondo per i viaggiatori.

Ig/omr/tgp

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE