martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Unione Europea condanna una volta di più il bloqueo contro Cuba

L'Avana, 31 gen (Prensa Latina) Il bloqueo degli Stati Uniti contro Cuba è illegale ed ingiusto e contrario agli interessi dell'Unione Europea (UE), disposta ad incrementare i suoi nessi economici con l'Isola, ha detto oggi una fonte ufficiale. 

 
A dispetto degli ostacoli, l’UE continuerà identificando opportunità per finanziare progetti di investimenti ed ottenere maggiore scambio, ha informato il direttore generale di Cooperazione Internazionale e Sviluppo della Commissione Europea, Stefano Manservisi. 
 
Il problema del bloqueo economico, finanziario e commerciale da parte di Washington “non sarà risolto in due giorni, ma la posizione dell’UE è molto chiara”, ha segnalato il funzionario ricordando la sistematica condanna internazionale nelle Nazioni Unite. 
 
Come ha spiegato, durante la sua visita a L’Avana, ha sostenuto un incontro con le massime autorità del Ministero del Commercio Estero e l’Investimento Straniero con lo scopo di valutare iniziative concrete. 
 
Manservisi ha annunciato che il prossimo 27 febbraio avrà luogo a Bruxelles, il primo consiglio congiunto tra l’UE e Cuba per l’interesse di aumentare le relazioni bilaterali in distinti ambiti, tra i quali ha ricordato energie rinnovabili, agricoltura, lotta al cambiamento climatico e cultura. 
 
Il funzionario ha apprezzato che questa nazione caraibica avanza nella modernizzazione del suo modello economico e sociale con una visione integrale, in un contesto di stabilità e crescita. 
 
Consultato dalla stampa, l’esperto ha assicurato che l’UE sarebbe disposta ad offrire assistenza tecnica per eliminare la dualità monetaria e cambiaria a Cuba, un obiettivo prioritario per il paese, come ha confermato il Parlamento alla fine di dicembre del 2017. 
 
Ha annunciato anche l’interesse di invitare Cuba a sommarsi ad un futuro patto di scambio commerciale ed assistenza tra l’UE e quasi 80 stati dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico, dopo una prossima rinegoziazione dell’attuale trattato di Cotonou. 
 
Ig/mjm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE