domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Esperta conferma importanza di proteggere la biodiversità a Cuba

L'Avana, 16 feb (Prensa Latina) A Cuba è imperativo mantenere una politica efficace in quanto alla conservazione ed all’uso sostenibile della biodiversità, ha affermato oggi la funzionaria del Ministero di Scienza, Tecnologia ed Ecosistema di Cuba (Citma), Teresa Cruz. 

 
In esclusiva per Prensa Latina, l’esperta ha considerato che il paese avanza nel compimento delle mete globali per la protezione delle risorse naturali, nonostante le sfide nel settore economico. 
 
Secondo la rappresentante del Citma, tra i risultati dell’isola si sottolinea il recupero di una specie in pericolo di estinzione, come è stato il caso del coccodrillo autoctono. Questo animale è stato nelle liste critiche di pericolo di estinzione; tuttavia, oggi le popolazioni godono di buona salute, ha ricordato. 
 
“Abbiamo anche molta esperienza nella gestione delle specie esotiche invaditrici, al punto che esiste già un programma nazionale per il confronto e controllo nella proliferazione di queste varietà della flora e della fauna straniera”, ha dichiarato Cruz. 
 
Tuttavia, benché nei documenti rettori della politica ambientale del paese siano ben determinate le priorità, attualmente una delle sfide principali è la situazione finanziaria, aggravata dagli effetti del bloqueo imposto dagli Stati Uniti da più di mezzo secolo, ha analizzato. 
 
D’altra parte, l’esperta del Citma ha considerato che i nuovi attori dell’economia cubana sono un’altra sfida per la pianificazione nel futuro, perché un gruppo di azioni del denominato lavoro privato sull’isola utilizzano risorse della diversità biologica. 
 
“Sono persone che non sono state direttamente vincolate ai processi statali ed ora corrisponde a noi educarli in questo senso e sommarli all’uso sostenibile e responsabile delle risorse naturali del paese”, ha spiegato Cruz durante le sessioni della Primo Simposio per la conformazione della  VI Relazione del Paese, verso l’Accordo di Diversità Biologica (CDB) delle Nazioni Unite. 
 
Il CDB è giuridicamente un trattato internazionale vincolante con tre obiettivi principali: la conservazione della biodiversità, l’utilizzo sostenibile dei suoi componenti e la partecipazione giusta ed equa nei benefici che derivino dall’utilizzo delle risorse genetiche. 
 
Il suo obiettivo generale è promuovere misure che conducano ad un futuro sostenibile. 
 
Questo meccanismo appoggia la diversità biologica a tutti i livelli: ecosistemi, specie e risorse genetiche. 
 
Appoggia anche la biotecnologia, tra le altre cose, attraverso il Protocollo di Cartagena sulla Sicurezza. 
 
Ig/bhq 
 
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE