lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Festival “Arti di Cuba” costituisce una pietra miliare, risaltano negli USA

Washington, 8 mag (Prensa Latina) Questo momento è una pietra miliare, ha affermato oggi il riconosciuto creativo Roberto Fabelo, riferendosi all'inaugurazione nella capitale statunitense del festival “Arti di Cuba: dall'isola al mondo”. 

 
In una conferenza stampa celebrata nel Centro John F. Kennedy per le Arti Sceniche che da questo martedì e fino al 3 giugno accoglierà l’evento, la figura della plastica ha risaltato che nella nazione caraibica germogliano gli artisti in forma quasi naturale.  
 
Ci sono artisti nel paese ed anche fuori che portano con sé un pezzo dell’isola, ha manifestato riferendosi al festival che riunisce in totale circa 400 creatori ed interpreti, più di 200 provenienti dalla Maggiore delle Antille e gli altri radicati in altri luoghi dell’orbe. 
 
La cultura, l’arte, sono straordinarie ragioni per la perseveranza e la continuità della vita di una nazione e del mondo, ha aggiunto Fabelo, che ha celebrato questo momento di unione tra Cuba e gli Stati Uniti come dimostrazione di uno “spirito di costruzione ed edificazione per raggiungere valori umani migliori”. 
 
Da parte sua, Josè Parla, di genitori cubani e residente a New York, che presenta la sua installazione “Poly-ritmò”, ha affermato che questo avvenimento offre un messaggio poderoso ed evidenzia come l’arte può essere un gran strumento per unire i due paesi. 
 
Abbiamo differenti velocità, differenti direzioni, ma amiamo lo stesso luogo dal quale veniamo, ha detto nella conferenza nella quale c’erano altre figure dell’isola come i designer Celia Ledon e Raupa, e gli artisti della plastica Manuel Mendive e Roberto Diago. 
 
Per me è una gran opportunità essere al fianco di persone appartenenti alla cultura cubana, ha affermato Ledon, che ha rivelato che è la prima volta che esibisce la sua opera attraverso un’installazione, perché lavora più nel design di vestiario per cinema e teatro. 
 
A sua volta, Alicia Adams, curatrice del festival e vicepresidente di Programmazione Internazionale del Centro Kennedy, ha detto che questo è un evento senza precedenti per l’istituzione e per Cuba. 
 
Sarà un gran viaggio, conteremo con figure importanti in tutti i nostri scenari per le presentazioni di questa gran isola, ha notato la specialista, che ha ricordato che il festival rimarrà ufficialmente inaugurato questa notte con uno spettacolo musicale. 
 
La Diva del Buena Vista Social Club, Omara Portuondo, la cantante Aymée Nuviola, i pianisti Aldo Lopez-Gavilan e Jorge Luis Pacheco, il sassofonista Yosvany Terry ed il chitarrista Alí Arango saranno incaricati dell’apertura del maggiore avvenimento dedicato alla cultura cubana nella storia di questo paese. 
 
L’evento inaugurale che avrà per scenario il Teatro Eisenhower, con capacità per 1100 persone, conterà anche sulla presenza dell’Orchestra Miguel Faílde e dell’Orchestra del Lyceum Mozartiano de L’Avana. 
 
Ig/mar

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE