sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Nuovo governo della Colombia annuncia ritiro dall’Unasur

Bogotà, 10 ago (Prensa Latina) Appena tre giorni dopo l'installazione del nuovo governo, Colombia ha annunciato oggi il ritiro dall'Unione delle Nazioni Sud-americane (Unasur), un passo contrario all'integrazione regionale. 

 
Nella sua prima conferenza stampa dalla Casa di Nariño, il cancelliere, Carlos Holmes Trujillo, ha affermato che si tratta di una “decisione politica irreversibile”. 
 
Questa posizione era stata già annunciata durante la campagna elettorale da Ivan Duque, che ha assunto la presidenza della Colombia il 7 agosto scorso dopo aver vinto le elezioni come candidato del partito di destra Centro Democratico. 
 
Secondo Holmes Trujillo, il suo governo porta avanti un processo di consultazioni al riguardo con altri paesi che vogliano prendere la stessa decisione. 
 
L’Unasur è stata creata il 23 maggio 2008 come uno spazio per rinforzare l’integrazione sud-americana e la presenza del blocco nello scenario internazionale. 
 
Presieduto in questo momento dalla Bolivia, il meccanismo affronta una situazione difficile prodotto dei problemi ereditati dall’amministrazione anteriore, a carico dell’Argentina, soprattutto per la mancanza di un segretario generale per il blocco regionale. 
 
Questo ha provocato che il 20 aprile scorso Argentina, Brasile, Colombia, Cile, Paraguay e Perù abbiano annunciato che restringevano la loro partecipazione in questa istanza regionale. 
 
Oltre a questi sei paesi, l’Unasur è integrata dalla Bolivia, Ecuador, Guyana, Suriname, Uruguay e Venezuela. 
 
L’Unione delle Nazioni Sud-americane ha la sede della sua Segreteria Generale a Quito, la capitale dell’Ecuador, (dove il presidente, Lenin Moreno, minaccia di chiudere la sede)  e quella del Parlamento a Cochabamba, in Bolivia. 
 
Ig/car 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE