domenica 19 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cubani propongono modificazioni al progetto della nuova Costituzione

L'Avana, 20 ago (Prensa Latina) I cubani residenti nel paese proseguono oggi le analisi del progetto di nuova Costituzione della Repubblica, e per questo propongono cambiamenti, come parte di un ampio processo di consultazione, iniziato il 13 agosto scorso. 

 
In una riunione realizzata questo lunedì nel circolo sociale operaio Otto Parellada, di questa capitale, i lavoratori hanno fatto riferimento, tra gli altri, ad aspetti dei fondamenti politici ed economici della nazione, come ai diritti, ai doveri ed alle garanzie. 
 
Secondo il cittadino Nestor Camejo, l’articolo numero 12 del progetto dovrebbe precisare che le relazioni con qualunque altro Stato non potranno essere mai negoziate sotto aggressione, minaccia o coercizione di “una nazione straniera”, invece di “potenze”, come indica attualmente il documento. 
 
In questo modo, si assicurerebbe che nessuno assolutamente possa interferire nei temi dei cubani, ha detto. 
 
Da parte sua, Angel Luis Soler si è congratulato per il successo del testo che segnala il lavoro come valore primordiale della società, nonostante, ha detto che si deve garantire che, come afferma lo stesso progetto, questo sia veramente la fonte principale di entrate che sostenta la realizzazione dei progetti individuali, collettivi e sociali. 
 
Secondo Soler, la sua preoccupazione si riferisce col riconoscimento dell’azienda statale socialista come figura principale dell’economia nazionale ed i salari dei suoi lavoratori, che conformano il maggiore gruppo occupazionale del paese. 
 
Purtroppo, “lo stipendio che riceviamo i lavoratori di aziende statali non corrisponde al sostentamento reale di una famiglia”, ha denunciato. 
 
Diana Carvajal ha proposto di modificare la redazione dell’articolo 82 e che lo stesso riconosca il diritto delle persone ad un appartamento “abitabile, come stipulato dalle leggi”, perché la qualità di “degno” indicata nel testo attuale è troppo soggettiva e può variare perfino da una regione ad un’altra dentro il paese. 
 
L’Assemblea Nazionale del Potere Popolare di Cuba ha stabilito il 22 luglio la celebrazione della consultazione popolare tra il 13 agosto ed il 15 novembre e dopo questo processo il documento ritornerà per l’analisi finale in questa istanza legislativa. 
 
Ig/tgp 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE