lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cubani all’estero continuano l’analisi del progetto della nuova Costituzione

L'Avana, 17 set (Prensa Latina) Cubani che compiono missioni all'estero o risiedono fuori dall'isola continuano la loro partecipazione nelle discussioni su un progetto di nuova Costituzione per il paese caraibico. 

 
I diplomatici e collaboratori realizzano riunioni nelle ambasciate o nei luoghi dove lavorano, mentre il 1.400.000 cubani che vivono in circa 120 nazioni, secondo i dati della Cancelleria, hanno l’opportunità dal 31 agosto di emettere i loro criteri attraverso internet, in un modulo abilitato nel portale “Nazione ed Emigrazione”
 
Fino al momento, centinaia di proposte e commenti sono stati raccolti dagli incontri delle missioni statali, come quelli celebrati negli ultimi giorni in Panama, Spagna, Angola, Ecuador, Salvador ed Uruguay. 
 
In Panama,  i temi importanti sono quelli del matrimonio, la struttura dello Stato ed il salario, con proposte che hanno incluso l’eliminazione del limite di 60 anni affinché il presidente della Repubblica cominci il primo dei due mandati di 5 anni, esposti nel progetto di 224 articoli che costituirebbe -se si approva in referendum – una riforma totale alla Magna Carta vigente dal 1976. 
 
Anche in Spagna diplomatici e rappresentanti di aziende ed istituzioni dell’isola hanno suggerito aggiunte, modificazioni e soppressioni del documento promosso in luglio nell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare, che si sottomette a consultazione della popolazione dal 13 agosto al 15 novembre. 
 
Nella capitale uruguaiana, Montevideo, ed in Quito, Ecuador, l’autonomia imprenditoriale, i diritti cittadini, la struttura dello Stato e l’adempimento dei deputati sono stati i temi più importanti nelle riunioni. 
 
Ig/wmr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE