martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Celebrano in Venezuela forum contro il fascismo in America Latina

Caracas, 11 ott (Prensa Latina) Il forum “America Latina nella mira: unità contro il fascismo” ha riunito nel teatro Teresa Carreño di questa capitale intellettuali, creatori ed investigatori per dibattere il contesto politico regionale. 

 
L’appuntamento, organizzata dalla Rete degli Intellettuali ed Artisti in Difesa dell’Umanità, il canale multinazionale TeleSur e la Missione Cultura Cuore Dentro, ha convocato esperti come il ministro di Cultura del Venezuela, Ernesto Villegas, e la membro del Movimento dei Lavoratori Rurali senza Terra del Brasile, Aline Piva. 
 
Inoltre, ha contato sulla partecipazione del coordinatore della Rete degli Intellettuali ed Artisti in Difesa dell’Umanità, Pablo Allende, l’avvocato Ana Cristina Bracho e l’ex rettore dell’Università Nazionale Sperimentale Simon Rodriguez, Adrian Josè Padilla. 
 
“Non dobbiamo mai essere come i fascisti, che celebrano la morte. La cultura della vita deve imporsi al di sopra della cultura della morte”, ha sottolineato Villegas durante la sua relazione. 
 
Nell’incontro, gli analisti hanno insistito nella realtà della sinistra latinoamericana ed il nuovo contesto che minaccia paesi come l’anfitrione nella difesa dei diritti sociali e della sovranità politica. 
 
“Venezuela ha dimostrato che resiste tanto perché c’è un popolo cosciente, ma bisogna continuare a rinforzarlo, non basta solo garantire le condizioni basilari della vita, materiali e diritti sociali”, ha sottolineato al riguardo Pablo Allende. 
 
Da parte sua, il titolare di Cultura della nazione sud-americana ha ringraziato per l’ampia partecipazione ed interesse del pubblico ed i conferenzieri per la loro presenza. 
 
La Sala Josè Felix Ribas del teatro Teresa Carreño, è risultata troppo piccola davanti ad una convocazione modesta fatta attraverso le reti sociali, per venire particolarmente a studiare questo fenomeno del germoglio fascista che è tristemente presente in America Latina, ha concluso. 
 
Ig/ebr 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE