mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Salvador insonne ed esultante per la canonizzazione di San Romero

San Salvador, 15 ott (Prensa Latina) Le esplosioni di giubilo e polvere da sparo hanno svegliato ieri, domenica, i salvadoregni che dormivano, mentre migliaia aspettavano in una veglia esultante la canonizzazione di monsignor Oscar Arnulfo Romero. 

 
Mentre dall’altro lato del mondo dal Salvador il papa Francesco elevava a San Romero dell’America agli altari del cattolicesimo, nella sua patria l’allegria ed i fuochi d’artificio hanno illuminato l’alba e la speranza di molti. 
 
Le piazze Gerardo Barrios, Morazan ed Americas, e l’ospedale della Divina Provvidenza, della capitale, hanno accolto una moltitudine di persone in attesa del momento storico, ed altrettanto è successo in Ciudad Barrios, città culla del vescovo martire. 
 
Per diverse ore si sono svolte le attività culturali, religiose e di un fervore che ha trasceso il motivo religioso ed ha ravvivato l’orgoglio salvadoregno, fondato nella coscienza che non nasceva un santo: si consolidava un simbolo. 
 
Sabato sera la peregrinazione della luce si è svolta nel lungo tratto dalla piazza Divino Salvador del Mundo fino alla Cattedrale Metropolitana, una specie di passaggio tra i quartieri più benestanti ed il centro effervescente e popolare, come il percorso della vita di Romero. 
 
Prensa Latina ha constatato una gran presenza giovanile, perfino di persone che professano un’altra religione o sono atee, ma riconoscono la trascendenza dell’evento, e confidano in che abbia un effetto agglutinante  in questa società polarizzata dell’America Centrale. 
 
Ig/cmv

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE