martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Comunità scientifica protegge le coste cubane

Camagüey, Cuba, 29 ott (Prensa Latina) Davanti agli effetti del cambiamento climatico, l'ispezione costiera si trasforma in una priorità per gli scienziati di questa regione centro-orientale, dove si trovano più del 20% delle spiagge di Cuba. 

 
Secondo la specialista principale dell’Unità dell’Ecosistema, Irma Martin, per l’ultimo trimestre dell’anno nella zona meridionale si sta applicando il Decreto legge 268, con multe per l’inadempimento delle misure di protezione, applicate sia a persone naturali come a quelle giuridiche. 
 
Dirigersi per le norme tecniche stipulate dalle istituzioni come Pianificazione Fisica in coordinazione col Ministero della Scienza, Tecnologia ed Ecosistema (Citma), è strettamente obbligatorio per evitare lo spargimento di sostanze chimiche, spazzatura e rifiuti nei sette municipi con litorali. 
 
“Le principali misure si prendono contro i trasgressori che si stazionano sulle dune, lasciano spazzatura sulla sabbia, e causano danni al suolo”, ha commentato Martin. 
 
Inoltre, il mantenimento, riparazione ed il recupero delle mangrovie, entra nell’agenda delle azioni dell’Unità di ecosistema, che dirige i suoi lavori con le indicazioni della Compito Vita, piano dello stato cubano, per combattere e mitigare gli effetti del cambiamento climatico. 
 
Nella stessa gestione ambientale si incorpora la valutazione della comunità di pesci ed uccelli migratori, inoltre si attualizza il database delle spiagge, dopo il passaggio dell’uragano Irma nel 2017, nella più estesa provincia di Cuba, con 16 mila chilometri quadrati. 
 
I lavori risultano inoltre essere molto rilevanti nella regione del litorale appartenente all’ecosistema Savana-Camagüey che alberga aree protette, con alta sensibilità ecologica, e dove si esegue un programma strategico di importanza economica per lo sviluppo turistico. 
 
Con l’appoggio di istituzioni come l’Università di Camagüey, il piano degli investigatori del territorio ha incluso nell’ultimo lustro sette progetti, di questi, tre con finanziamento internazionale, specialmente a Playa Florida, con la partecipazione del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo. 
 
Ig/fam 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE