mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Fanno un appello in Brasile per costruire un fronte ampio per la democrazia

Brasilia, 29 ott (Prensa Latina) Parlamentari e politici di sinistra brasiliani fanno un appello per costruire un fronte ampio per la democrazia, dopo l'elezione del candidato di estrema destra Jair Bolsonaro come presidente del paese.

 
Nei suffragi di domenica l’ex capitano dell’esercito e rappresentante del Partito Sociale Liberale si è imposto col 55,14% dei voti di fronte all’aspirante del Partito dei Lavoratori (PT), Fernando Haddad, che ha raggiunto il 44,87%. 
 
“Questa congiuntura esige una resistenza immediata e l’articolazione di atti politici contro l’offensiva dell’estrema destra”, hanno sentenziato i leader politici Gleisi Hoffman (PT), Guilherme Boulos (Partito Socialismo e Libertà), Luciana Santos (Partito Comunista del Brasile) e Paulo Pimienta, deputato federale per il PT. 
 
Bolsonaro, di 63 anni, è un difensore delle epoche delle dittature ed ha ricevuto molte critiche per le sue dichiarazioni razziste, contro le donne e gli omosessuali. 
 
“Jair Bolsonaro è una minaccia reale per la democrazia e la sovranità nazionale”, hanno affermato i politici di sinistra, citati dal quotidiano Brasile de Fato. 
 
Hanno ricordato che il processo elettorale è stato viziato e segnato dalla frode dal momento in cui è stata rifiutata la candidatura di Luiz Inacio Lula da Silva, condannato senza prove a 12 anni ed un mese di carcere. 
 
Inoltre, hanno denunciato la mancanza di dibattiti tra i candidati e la campagna di menzogne lanciate attraverso internet. 
 
“Dobbiamo costruire un fronte con tutti quelli che sono rimasti dal lato corretto della storia, dalla parte dei diritti sociali e dei valori democratici”, hanno dichiarato i rappresentanti della sinistra brasiliana. 
 
Nei suffragi del 28 ottobre, 47 milioni di brasiliani hanno votato a favore del candidato del PT. 
 
Ig/car

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE