giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Processo innovativo costituzionale a Cuba entra nella sua penultima settimana

L'Avana, 5 nov (Prensa Latina) La consultazione popolare del progetto di Costituzione a Cuba, che entra oggi nella sua penultima settimana, si ratifica come un processo innovativo per la partecipazione diretta del popolo nella costruzione della sua Magna Carta. 

 
Questo esercizio democratico, nel quale hanno partecipato più di sette milioni di persone, emerge come riferimento per il mondo per la risposta dei cubani alla convocazione per il futuro del loro paese e per la costruzione di una società migliore. 
 
Recentemente, il segretario del Consiglio di Stato dell’isola, Homero Acosta, ha spiegato che dal 13 agosto si sono effettuati 111872 riunioni, delle 130000 previste fino al 15 novembre. 
 
Ha segnalato che negli incontri organizzati nei centri di lavoro, comunità, scuole, tra gli altri spazi, si sono registrati fino al momento circa 600000 proposte sul testo in analisi, tra queste suggerimenti di modificazioni, eliminazioni ed aggiunte. 
 
I temi del matrimonio e della figura del Presidente sono tra gli articoli con la maggioranza delle proposte, insieme alla nuova struttura di governo provinciale e l’attenzione giuridica. 
 
In questo senso, risalta l’articolo 68 sulla nuova concezione del matrimonio come l’unione concordata tra due persone con attitudine legale per farlo, senza specificare il sesso, ed il 121, che limita il mandato del Presidente della Repubblica fino a due periodi consecutivi, e dopo non potrà svolgerlo nuovamente. 
 
Tra quelli con più proposte c’è anche il 122, che esige che il candidato alla presidenza non superi sessant’anni per essere scelto in questo incarico in un primo periodo; e quello riferito alla responsabilità dell’elezione del presidente della Repubblica a carico dei deputati dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare (Parlamento), organo rappresentativo degli interessi del paese: molti hanno chiesto l’elezione diretta del popolo.  
 
Ha aggiunto che alcune proposte che non si aggiungeranno nel documento risultante, avranno valore nel momento di tradurre in legislazione la Magna Carta, che sarà sottomessa a referendum approvativo l’anno prossimo. 
 
Come aspetto diverso rispetto ad anteriori processi simili nell’isola, in questa occasione si sono tenuti in conto le opinioni dei cubani residenti all’estero. 
 
Ig/lrd 
 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE