venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Presidente boliviano respinge ingerenza degli USA nei temi interni

La Paz, 17 dic (Prensa Latina) Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha confermato la sovranità di questa nazione sud-americana ed ha respinto i tentativi interventisti degli Stati Uniti, con motivo delle elezioni nazionali che si celebreranno il prossimo anno. 

 
“Bolivia è sovrana e ripudia ogni interventismo”, ha assicurato Morales nel suo account in Twitter, a proposito di un comunicato emesso da Washington questa domenica, sollecitando rispetto alla Costituzione Politica dello Stato sud-americano. 
 
Il Governo statunitense e l’Unione Europea hanno insistito che le minacce contro i giudici del Tribunale Supremo Elettorale boliviano non sono propizie per creare le condizioni necessarie in vista di elezioni libere e giuste in questo paese. 
 
L’11 dicembre, un gruppo di studenti coi volti coperti hanno attaccato gli uffici del Tribunale Elettorale Dipartimentale di Santa Cruz, oltre ad altre istituzioni statali. Le proteste avevano come finalità l’inabilitazione del binomio Evo Morales-Alvaro Garcia Linera, candidati del Movimento Al Socialismo-strumento Politico per la Sovranità dei Popoli, per le elezioni primarie di gennaio del 2019. 
 
Dopo questi eventi, il ministro di Governo, Carlos Romero, ha spiegato che si tratta di gruppi oppositori al governo, il cui interesse è destabilizzare la pace e la tranquillità sociale con l’utilizzo della forza, e sotto il pretesto della democrazia. 
 
Il Ministero di Relazioni Estere della Bolivia, a nome del Governo e del popolo, ha manifestato in un comunicato il suo energico rifiuto alle dichiarazioni statunitensi. 
 
Nel testo, si allude all’Accordo Cornice di Relazioni Bilaterali di Mutuo Rispetto e Collaborazione tra entrambe le nazioni, che stabilisce “il diritto di ogni Stato a scegliere, senza ingerenze esterne il suo sistema politico, economico e sociale”. 
 
Inoltre, emerge che lo Stato Plurinazionale della Bolivia è un paese libero e sovrano, promotore dell’autodeterminazione dei popoli e del rispetto alla democrazia, senza inserirsi nei temi interni degli altri stati. 
 
Inoltre, il ministro della Presidenza, Alfredo Rada, ha affermato che i boliviani non permetteranno che nessun potere imperiale detti le leggi sotto le quali devono vivere. 
 
“Esiste la capacità sufficiente affinché i boliviani possano risolvere in maniera autodeterminata e con pieno esercizio della nostra sovranità, le controversie interne. La nostra democrazia è una democrazia forte, è una democrazia con pieno vitalità”, ha concluso. 
 
Ig/rbp

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE