martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Maduro lancia un appello in un esercizio militare per rinforzare la vigilanza aerea

Caracas, 29 gen (Prensa Latina) Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha convocato oggi la forza aerea della nazione ad una vigilanza permanente delle frontiere e del territorio nazionale durante un esercizio militare nello stato di Aragua. 

 
Dalla base aerea Libertador, il dignitario ha respinto le azioni interventiste del governo degli Stati Uniti, che hanno riconosciuto come “mandatario interino” del paese il deputato oppositore Juan Guaidò. 
 
“Si è attivato un golpe di Stato ordinato e preparato da Washington, non ci sono dubbi, un golpe che pretende dividere la forza armata per frazionare il paese, ed in seguito occuparlo, con le forze imperialiste”, ha risaltato. 
 
In questo senso, Maduro ha annunciato la conformazione di più di 50 mila unità popolari di difesa in tutti i quartieri, paesi, città e piccole frazioni del paese. 
 
“Siamo in tempi in cui si costruisce la storia e la battaglia si sta decidendo per superiorità e vantaggio morale, fisico, legale, costituzionale, e civico-militare, a favore della Patria”, ha enfatizzato. 
 
La manovra si aggiunge inoltre alle giornate preparatorie degli Esercizi militari per i 200 anni del Congresso di Angostura, data storica che convoca ad una gran mobilitazione civico-militare, ha annunciato il mandatario il 15 gennaio. 
 
“Ringrazio la Forza Armata Nazionale Bolivariana in queste giornate preparatorie degli esercizi militari, mobilitata per confermare la sua lealtà suprema al Comandante in Capo costituzionale ed all’ideale della Patria”, ha sentenziato. 
 
Maduro ha inoltre sottolineato la collaborazione della Forza Armata Nazionale Bolivariana ed il suo ruolo fondamentale nel paese in mezzo agli appelli costanti dell’opposizione affinché ignori la legittimità del suo secondo periodo come presidente. 
 
“Una forza professionale, un sistema di armi ed una capacità di spiegamento operativo che garantisce la persuasione sufficiente affinché l’impero statunitense non pensi in nessun momento di toccare neanche un palmo del territorio sacro della Patria”, ha concluso il presidente. 
 
Ig/ebr   
   

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE