lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Riprogrammano giudizio contro presidente eletto del Salvador

San Salvador, 12 feb (Prensa Latina) Un tribunale specializzato di San Salvador ha riprogrammato oggi l’inizio di un giudizio per delitto di genere contro il presidente eletto del Salvador, Nayib Bukele. 

 
La presentazione di un appello della squadra legale di Bukele ha obbligato a cambiare il giudizio previsto per il prossimo 20 febbraio, in una data ancora da definire, hanno confermato le fonti giudiziali a Prensa Latina. 
 
Il futuro mandatario salvadoregno affronta un giudizio per espressioni di violenza contro la donna, lanciate contro l’ex sindaca della capitale Xochitl Marchelli, che potrebbe costargli una multa di 7500 dollari. 
 
Il delitto in questione è tipificato nell’articolo 55 della Legge Speciale Integrale per una Vita Libera dalla Violenza per le Donne, ed a richiesta della Procura, il caso ha riserva totale. 
 
Marchelli, che ha abbandonato il caso nell’ottobre scorso per problemi di salute, ha accusato Bukele di lanciargli una mela e chiamarla “strega” in una riunione del Consiglio Municipale di San Salvador, in settembre del 2017. 
 
Quell’episodio si è concluso con l’espulsione di Bukele dal Fronte Farabundo Martì per la Liberazione Nazionale (FMLN), il partito che l’aveva portato ai comuni di Nuevo Cuscatlan e San Salvador. 
 
Dopo la sua uscita dalla formazione salvadoregna di sinistra, Bukele si è iscritto nel partito conservatore “Gran Alianza por la Unidad Nacional” (GANA), con la quale ha vinto al primo turno le presidenziali del 3 febbraio scorso. 
 
Ig/cmv 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE