lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La musica unisce i giovani statunitensi e cubani

Washington, 20 feb (Prensa Latina) Studenti dell'Università di Georgetown a Washington hanno avuto un incontro con i musicisti del Lyceum Mozartiano de L'Avana, ha informato oggi una nota di stampa. 

 
Il jazz si impiega come strumento della diplomazia statunitense, come parte del programma di formazione nella Scuola di Servizio Estero appartenente alla citata università, ha puntualizzato uno dei suoi professori, Will Layman. 
 
Josè Antonio Mendez Padron, direttore dell’Orchestra del Lyceum, ha spiegato all’udienza la nascita dei ritmi cubani, come sono stati arricchiti dalle influenze straniere, il contesto storico, le qualità che li definiscono e quali sono i suoi principali esponenti. 
 
La spiegazione è stata seguita da interpretazioni che hanno incuriosito gli universitari statunitensi. 
 
Durante questo scambio, promosso fin dal 2017 dal professore Angel Gil-Ordoñez, i giovani statunitensi si sono interessati sull’impatto della Rivoluzione nella vita culturale di Cuba. 
 
All’appuntamento ha assistito l’ambasciatore dell’Isola a Washington, Josè Ramon Cabañas che ha invitato i presenti a comprendere le società dal punto di vista dell’arte, già che questa è la manifestazione più fedele dell’opinione dei popoli. 
 
Cabañas ha abbordato la trascendenza dei vincoli culturali nella storia di entrambi i paesi, e per questo ha trattato le origini del jazz e la celebrazione del Festival di questo genere a New Orleans (2017) e delle Arti nel Centro Kennedy (2018), con un asse comune: Cuba. 
 
Il Lyceum Mozartiano de L’Avana ha presentato in questa capitale la messa in scena dell’opera La Clemenza di Tito, nel Centro Kennedy per le Arti i giorni 13, 14 e 15 febbraio, con gran accoglienza del pubblico e critiche favorevoli della stampa specializzata. 
 
Ig/ynr 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE