venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Vicepresidente Cabello risalta la ribellione del popolo venezuelano

Caracas, 27 feb (Prensa Latina) Il primo vicepresidente del Partito Socialista Unito del Venezuela, Diosdado Cabello, ha risaltato oggi la ribellione del popolo, a proposito del 31º anniversario della prima ribellione popolare contro il neoliberalismo, il Caracazo. 

 
Durante la mobilitazione per celebrare il denominato Caracazo, Cabello ha ricordato che quel 27 febbraio 1989 i venezuelani uscirono sulle strade per protestare contro le politiche neoliberali dell’ex presidente Carlos Andres Perez (1922-2010), dettate dal governo degli Stati Uniti attraverso il Fondo Monetario Internazionale. 
 
Ha sottolineato a sua volta che il popolo continua sulle strade in appoggio alla Rivoluzione bolivariana ed ha esatto al governo degli Stati Uniti la sospensione delle sue azioni aggressive contro il paese sud-americano. 
 
D’altra parte, ha assicurato che il governo venezuelano appoggia qualsiasi meccanismo per la realizzazione di elezioni parlamentari in pace, riferendosi al Comitato di Postulazioni per scegliere il nuovo direttivo del Consiglio Nazionale Elettorale (CNE). 
 
In questo senso, ha manifestato che non esiste un CNE più trasparente dell’attuale ed ha affermato che i voti non li da l’organo elettorale bensì il popolo venezuelano. 
 
In precedenza, il difensore del Popolo Alfredo Ruiz ha detto che 31 anni fa, durante il Caracazo, Venezuela ha vissuto la maggiore violazione dei diritti umani della storia, fatto che è cambiato con l’arrivo della Rivoluzione bolivariana. 
 
Con motivo della data, la Forza Armata Nazionale Bolivariana ha riaffermato il suo impegno di proteggere i più genuini interessi del Venezuela ed ha confermato la determinazione imbattibile di continuare la sua lotta per la costruzione di una nazione libera, indipendente e sovrana. 
 
Ig/lrc 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE