martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Tribunale Supremo del Venezuela respinge le accuse statunitensi

Caracas, 30 mar (Prensa Latina) Il Tribunale Supremo di Giustizia (TSJ) del Venezuela si è pronunciato oggi contro le azioni del governo degli Stati Uniti contro il presidente, Nicolas Maduro, ed altri alti funzionari. 

 
L’ente giudiziale ha emesso questo lunedì un comunicato ripudiando le imputazioni del Dipartimento di Giustizia statunitense e le ricompense offerte per la cattura di Maduro, Diosdado Cabello, Tareck El Aissami ed altri 11 funzionari ed ex funzionari, per supposti vincoli col narcotraffico ed il terrorismo. 
 
“La nuova manovra interventista”, dice il comunicato, “è incoerente ed assolutamente illegale rispetto alle garanzie ed ai principi del diritto internazionale”, ed è inoltre “una reazione disperata” davanti ai “reiterati fallimenti di detto governo per sovvertire l’ordine costituzionale del nostro paese”. 
 
Il testo esorta i sistemi giudiziali del mondo a respingere qualunque pretesa o consolidamento di oltraggio contro l’istituzionalità giudiziale. 
 
Critica l’azionare del Governo statunitense inserendosi “in livelli di stupidaggini estreme facendo offerte pubbliche con la cooperazione di un organo del suo Sistema di Giustizia, senza rispettare le garanzie universali di dovuto processo”. 
 
Il documento condanna che queste aggressioni si portino a termine in mezzo alla lotta che sta facendo il paese per impedire la propagazione del Coronavirus. “L’inverosimile azione avviata dal governo degli Stati Uniti attraverso la Procura Generale, sono accuse brandite dal signor William Barr, senza essere sostenute da nessuna prova”, concludo il comunicato. 
 
Ig/ycv 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE