venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Parlamentari del Regno Unito chiedono sospensione del bloqueo contro Cuba

Londra, 15 apr (Prensa Latina) 50 parlamentari britannici hanno chiesto al governo del Regno Unito intercedere davanti agli Stati Uniti affinché sospenda il suo bloqueo unilaterale contro Cuba durante la pandemia di COVID-19, ha informato la stampa locale. 

 
D’accordo con la Campagna di Solidarietà con Cuba (CSC), il sollecito è stato trasmesso in una lettera inviata da 51 legislatori al cancelliere Dominic Raab, che dirige il gabinetto conservatore mentre il primo ministro, Boris Johnson, si riprende dalla malattia provocata per il nuovo coronavirus. 
 
Nella missiva, coordinata dal presidente del Gruppo Parlamentare Multipartitico per Cuba, Grahame Morris, si esige al governo britannico di fare una dichiarazione pubblica ed esporre direttamente il problema con la controparte statunitense. 
 
Il testo cita esempi di altri paesi ed organizzazioni internazionali che hanno esatto pubblicamente che si permetta l’entrata di aiuti umanitari all’isola caraibica per combattere COVID-19. 
 
Inoltre, i parlamentari riconoscono che nonostante le difficoltà che affronta, Cuba ha inviato ad oltre 700 professionisti medici a 17 nazioni ed  ha permesso che la nave da crociera britannica MS Braemar attraccasse, affinché i passeggeri, compresi cinque contagiati col nuovo coronavirus, potessero ritornare in Regno Unito. 
 
Al rispetto, il comunicato della CSC cita dichiarazioni di Morris, che ricorda che lo stesso Raab ha ringraziato presso il Parlamento l’aiuto brindato da Cuba ai partecipanti sulla nave da crociera, e sottolinea anche che L’Avana ha offerto ad altre nazioni il suo medicamento antivirale Interferone Alfa-2b, per aiutare nel trattamento dei pazienti colpiti. 
 
È ora che la comunità internazionale corrisponda e tolga il bloqueo imposto dagli Stati Uniti e metta fine al bloqueo, come minimo, in forma temporanea, ha esatto il legislatore. 
 
Il direttore della CSC, Rob Miller, ha detto, da parte sua, che la richiesta centrale è umanitaria perché ora è tempo di cooperazione oltre frontiera, non di aggressione e bloqueo. 
 
Al margine del sollecito fatto dai 51 membri del Parlamento britannico, una petizione online della CSC per esigere il sollevamento delle sanzioni unilaterali contro Cuba conta già sull’appoggio di quasi 15 mila persone di 130 paesi. Per partecipare firma in questa pagina: https://cuba-solidarity.org.uk/end-the-blockade/

Ig/nm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE