giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Agenzie dell’ONU emettono raccomandazioni sul ritorno in classe

Parigi, 30 apr (Prensa Latina) L'Unesco, l’Unicef ed il Programma Mondiale degli Alimenti (PMA) hanno emesso oggi direttrici sul ritorno sicuro in classe degli alunni, dopo le quarantene decretate a livello globale per frenare la propagazione del COVID-19. 

 
Le raccomandazioni delle agenzie dell’ONU riflettono l’interesse dei bambini ed i criteri di salute pubblica da tenere in conto adottando la decisione di riaprire le scuole, fatto che deve includere l’analisi dei benefici e dei rischi per l’educazione ed i fattori socioeconomici. 
 
In questo senso, patrocinano per dare priorità alle migliori condizioni di apprendimento e l’appoggio completo ai minorenni nei centri docenti, con enfasi sulla salute, sulla nutrizione, sull’assistenza psicosociale, sull’acqua, sul risanamento e sulle installazioni di igiene. 
 
Emergono questioni come le necessità di finanziamento, la riduzione del pericolo di trasmissione di malattie, il recupero del tempo perso per l’impatto del COVID-19 ed un attenzione particolare verso i più emarginati. 
 
D’accordo con l’Unesco, 1300 milioni di studenti continuano danneggiati per la chiusura delle scuole davanti all’avanzamento della pandemia causata dal coronavirus SARS-CoV-2, una cifra che è arrivata ad essere di 1500 milioni, nove di ogni 10 scolari nel pianeta. 
 
Si tratta di un rischio senza precedenti per l’educazione ed il benessere dei bambini, specialmente per i più vulnerabile che trovano inoltre salute, sicurezza e nutrizione nelle aule. 
 
“Molti studenti stanno rimanendo indietro nella traiettoria di apprendimento dovuto alla chiusura prolungata delle scuole, la difficile decisione di quando e come riaprirle dovrebbe essere una priorità”, ha detto parlando delle raccomandazioni la direttrice generale dell’Unesco, Audrey Azoulay. 
 
Ig/wmr 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE