lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

In Brasile investigano sospensione di acquisto di respiratori per COVID-19

Brasilia, 11 giu (Prensa Latina) La Procura del Brasile ha aperto un'investigazione civile contro il Ministero di Salute per mettere oggi in chiaro la sospensione, in mezzo alla pandemia della COVID-19, dei contratti internazionali per l'acquisto di respiratori. 

 
L’imprenditore Carlos Wizard, come futuro segretario del portafoglio, ha detto la settimana scorsa che i contratti di emergenza firmati dal governo con altri paesi erano sopravvalutati. 
 
Tali acquisti si sarebbero cancellati, secondo Wizard, e l’industria brasiliana avrebbe potuto soddisfare la domanda nazionale di somministrazione di macchinari per tutto il paese. 
 
I ventilatori polmonari sarebbero arrivati da paesi come Cina, Germania e Regno Unito. 
 
Secondo il segretario esecutivo assistente del ministero, Elcio Franco, il portafoglio continua a cercare “altri contratti con istituzioni straniere”. 
 
Per concludere, Wizard ha desistito di restare alla Segreteria di Scienza, Tecnologia e Materiali Strategici del gabinetto dopo la ripercussione della sua dichiarazione sul fatto di dover ricontare i morti per la COVID-19 nel paese. Si è scusato per l’affermazione. 
 
Ha spiegato che si dedicherà “in forma indipendente alle opere sociali che ho iniziato nel 2018 in Roraima”, uno stato del nord. 
 
L’investigazione del Pubblico Ministero Federale sui respiratori probabilmente durerà un anno ed è stata aperta dalla pubblico ministero generale Andrea Silva Araujo.
 
Brasile ha registrato 39680 morti, sommandone 1274 nelle ultime 24 ore per il virus SARS-CoV-2, causante della COVID-19, secondo l’ultimo aggiornamento del Ministero di Salute. 
 
 
 
Ig/ocs 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE