giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Michael Moore mette in luce la leadership di Biden, e critica Trump

Washington, 5 nov (Prensa Latina) Il regista statunitense Michael Moore ha evidenziato la leadership del candidato democratico Joe Biden negli stati chiave ed ha criticato l'atteggiamento del presidente Donald Trump nei confronti di un possibile esito sfavorevole delle elezioni.

Attraverso il suo account di Twitter ufficiale, ha sottolineato la necessità che ogni voto venga conteggiato ed ha chiesto di proteggere i risultati delle elezioni presidenziali.

“L’unico ladro di voti qui sarà Trump”, ha detto.

Non c’è nessun pianto per una possibile rimozione del capo della Casa Bianca, ha scritto ed era imbarazzato dal fatto che quasi 70 milioni di statunitensi “abbracciano ancora un fanatico ed uno psicopatico”. “Vergognoso. Chiedo scusa ai nostri fratelli e sorelle afrodiscendenti ed al resto del mondo”.

Il presidente degli Stati Uniti non ha ribaltato il conteggio in nessun stato che la democratica Hillary Clinton ha vinto nelle elezioni del 2016, solo Biden sta ribaltando gli stati e gli elettori che Donald Trump aveva vinto nelle elezioni di quell’anno, ha osservato.

Fino alle quattro del mattino di questo mercoledì, ha sottolineato il direttore statunitense, le schede elettorali inviate per posta non erano state contate in Pennsylvania, Michigan e Wisconsin.

Milioni di schede – votazioni anticipate ed inviate per posta, che la maggior parte dei democratici ha inviato – non erano ancora state contate, ha detto.

In Pennsylvania, ha osservato, sapevo che la maggior parte di quei 2,2 milioni di voti non contabilizzati proveniva da democratici registrati, circa il 66%.

La TV ieri sera ha fornito a Trump la mappa grafica di cui aveva bisogno – tutti quegli stati a sangue rosso – così Trump è uscito e si è alzato nel mezzo della notte davanti a centinaia di bandiere statunitensi ed ha dichiarato la vittoria ed ha ordinato il conteggio di tutte le schede.

Ma i luoghi in cui il capo della Casa Bianca ha chiesto la chiusura del conteggio sono quelli con la maggioranza di elettori afrodiscendenti, ha denunciato il documentarista.

Proprio come farebbe un bullo bigotto in una non-democrazia, Trump ha poi dichiarato che sarebbe andato immediatamente alla sua Corte Suprema per protestare, ha detto Moore.

Eravamo stati avvertiti di non lasciarci ingannare da nessun miraggio rosso sulla mappa elettorale, ha sottolineato.

Come previsto dagli analisti, le elezioni negli Stati Uniti si sono rivelate molto combattute e sono strettamente definite in un piccolo gruppo di Stati, mentre il conteggio dei voti continua.

Ig/ifb

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE