giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba e Kenya ratificano l’impegno di restituire i medici rapiti

L'Avana, 12 apr (Prensa Latina) Cuba e Kenya hanno ratificato oggi l'impegno per garantire il rientro sicuro dei medici Assel Herrera e Landy Rodríguez, rapiti nella nazione africana due anni fa.

 

Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel e il suo collega keniota, Uhuru Kenyatta, hanno parlato lunedì degli sforzi per liberare i medici nel secondo anniversario dell’incidente.

 

“In mattinata abbiamo parlato con il presidente Kenyatta che ha ratificato l’impegno del suo governo negli sforzi per garantire il ritorno sicuro dei medici cubani”, ha scritto il capo dello stato sul suo account Twitter ufficiale.

 

Díaz-Canel ha parlato anche di questi sforzi con i parenti dei medici e ha trasmesso i saluti del presidente Kenyatta, confermati in un altro messaggio sulla rete Twitter.

 

Dr. Herrera, uno specialista in Medicina Generale Integrale della provincia di Las Tunas, nella parte orientale del paese; e il suo collega Rodríguez, chirurgo del distretto di Villa Clara, facevano parte della missione medica della maggiore delle Antille in Kenya.

 

Secondo i resoconti della stampa, il 12 aprile 2019, sono stati vittime di un’imboscata e rapiti da membri del gruppo Al Shabab e portati in Somalia mentre erano in servizio.

 

I medici lavoravano nella città di Mandera (nord-est), al confine con Somalia.

 

Da allora, il governo di Cuba ratifica la comunicazione permanente al più alto livello con le autorità keniote e somale per il ritorno di entrambe e tiene informate le famiglie degli specialisti.

 

Ig/ebr 

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE