mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela e l’ONU lavorano allo sminamento della zona di confine con Colombia

Caracas, 15 apr (Prensa Latina) Il ministro degli Affari esteri del Venezuela, Jorge Arreaza, ha riferito oggi che stanno già lavorando con le Nazioni Unite per procedere allo sminamento della zona di confine di Apure.

 

Nel suo account sul social network Twitter, il ministro degli Esteri ha annunciato “siamo in coordinamento con gli organi delle Nazioni Unite, esperti nella disattivazione delle mine antiuomo (…) nelle zone di confine dove i gruppi armati irregolari colombiani le hanno sepolte per attaccare Venezuela”.

 

Il 9 aprile, alti funzionari militari venezuelani hanno confermato che i paramilitari hanno sepolto questi ordigni esplosivi per imporre terrore e violenza nella popolazione di La Victoria, nello stato di Apure.

 

Un rapporto militare indica che durante l’operazione militare “Scudo Bolivariano” condotta dalle Forze Armate Nazionali Bolivariane (FANB) dallo scorso 21 marzo, è stato rilevato l’uso illegale di mine antiuomo in quella zona di confine con Colombia, teatro di scontri armati.

 

Durante le operazioni dei giorni scorsi, 16 ordigni esplosivi sono stati disattivati nelle aree circostanti, mentre l’esplosione di altri ha causato vittime tra i militari venezuelani, secondo le informazioni ufficiali.

 

Poiché si sospettava l’uso di questi dispositivi, le autorità venezuelane hanno presentato la denuncia all’opinione pubblica, all’ONU e alla stampa, assicurando anche che gli attacchi fanno parte della strategia degli Stati Uniti e dei suoi alleati, di frammentare e dividere la struttura dello Stato Bolivariano.

 

L’esecutivo venezuelano ha chiesto consiglio alle Nazioni Unite per la FANB nella disattivazione delle mine antiuomo, al fine di ripulire l’area del conflitto.

 

Il 27 maggio 2013 Venezuela è stato dichiarato territorio libero dalle mine terrestri in ottemperanza all’obbligo di sminamento della Convenzione sulla Proibizione delle Mine Antiuomo, nota anche come Convenzione di Ottawa, firmata da 162 paesi.

 

Ig/ycv 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE