sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Prensa Latina, 64 anni al servizio della verità

Prensa-Latina-1
L'Avana, 16 giu (Prensa Latina) Il primo dispaccio con la sigla PL ha fatto il giro delle telescriventi del continente 64 anni fa oggi, nasceva così Prensa Latina, agenzia impegnata per la verità e per i popoli dell'America Latina e dei Caraibi.

È epico immaginare come da quelle macchine da scrivere meccaniche, dalle macchine fotografiche di allora, da una radio a onde corte per ricevere le stazioni dei paesi vicini, da un trasmettitore telegrafico morse e da due telescriventi per il traffico informativo internazionale, siano nate le prime note di quell’Agenzia di Informazione Latinoamericana, che poi divenne un’altra espressione informativa della regione e del mondo.
Le origini di Prensa Latina risalgono a sole tre settimane dopo il trionfo della Rivoluzione cubana nel gennaio del 1959, quando nell’ambito dell’Operazione Verità si tenne a L’Avana una conferenza stampa di massa che riunì più di 400 giornalisti nazionali e stranieri, e dove il governo appena varato esponeva i cambiamenti radicali che il paese stava vivendo.
Così, il 22 gennaio, il leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha detto ai giornalisti che la stampa latinoamericana avrebbe dovuto essere in possesso di mezzi che le permettano di conoscere la verità e non essere vittima di menzogne.
Con questa premessa, il rivoluzionario Ernesto Che Guevara, i giornalisti Jorge Ricardo Masetti e Carlos María Gutiérrez, hanno concepito l’idea di organizzare un’agenzia che trasmettesse informazioni in alternativa alle grandi agenzie internazionali di cablogrammi.
L’organico iniziale era di 20 giornalisti, oltre a traduttori e tecnici, e con Masetti al timone, Prensa Latina entrò nella storia quel 16 giugno 1959, con il suo primo articolo datato a New York, aprendo la strada alla rottura del preesistente monopolio della informazione.
Nonostante avessero previsto tempi brevi per la sua esistenza, o addirittura chiesto ai governi della regione di chiudere i suoi uffici, è un dato di fatto che l’agenzia ha attualmente corrispondenti in quasi 40 paesi e migliaia di ricevitori in più di 60 paesi.
Una media di 400 articoli raggiunge il “cast mundial”, raccontando la realtà dei popoli, ed approfondendo quelle storie che le società di comunicazione transnazionali non raccontano.
Prensa Latina, al passo con i tempi, ha una presenza crescente anche in ambito digitale, con prodotti esclusivi che raccontano attraverso audio, video e fotografia gli eventi più importanti del mondo.

Ig/mpp

#64 anni #agenzia di stampa #cuba #anniversario

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE